Per il Super Bowl 2017 quasi sei mila le prenotazioni su Airbnb


Ogni grande evento è oramai una grande occasione di business per Airbnb. Come già successo per le Olimpiadi di Rio o per l’Inauguration Day di Donald Trump la storia si ripete anche per l’edizione numero 51 del Super Bowl, la finale della lega NFL di Football Americano che per il 2017 si celebra a Houston. Le abitazioni prenotate con Airbnb nella città del Texas che ospiterà oggi la sfida tra i New England Patriots e gli Atlanta Falcons sfiorano le sei mila come dimostrano i dati resi noti dalla società dell’home sharing. Il 50% degli host di Houston stanno ospitando per la prima volta guest Airbnb a dimostrazione di quanto successo sta riscuotendo la sharing economy negli USA. Il prezzo medio degli annunci è di US$ 150 a notte che diventano 200 US$ per le abitazioni che si trovano all’interno di un raggio di cinque miglia dal NRG Stadium. Queste tariffe vengono considerate particolarmente ragionevoli se confrontate con i prezzi medi degli hotel. Secondo le analisi, gli ospiti Airbnb genereranno circa US$ 6 milioni in attività economiche nella zona di Houston durante la settimana del Super Bowl, compreso i US$ 4 milioni di entrate generate dagli host.A livello numeri le quasi sei mila abitazioni Airbnb prenotate nel week end del Super Bowl costituiscono un record per la zona di Houston. In questi giorni, la zona di Houston vedrà un aumento del 140% degli arrivi di ospiti nel corso di un periodo tipico di giorno stesso. Ci sono arrivi ospiti provenienti da più di 900 città in tutto il mondo, tra cui 700 città da tutti i 50 stati.

Rock & Roll Ride: le auto classiche in car sharing

Immaginerr

foto Rock & Roll Ride

Un servizio simil Uber per le auto storiche e supercar? L’idea è venuta a Brandon Moossy e Richard Rawlings, due ragazzi di Austin in Texas. Per realizzarla i due hanno organizzato un crowdfunding su Kickstarter con l’obiettivo di raccogliere almeno 50 mila dollari US – in totale gli investimenti che i due americani devono fare ammontano a oltre $500 mila – al fine di  terminare lo sviluppo dell’app (per dispositivi Apple e Android) che renderebbe possibile la nascita del servizio. Il nome della loro iniziativa, che vuole facilitare il ride sharing e il car sharing delle quattro ruote classiche, storiche, supercar, o exotic car per un giro in solitario o in condivisione, è Rock & Roll Ride. Nelle intenzioni dei fondatori di Rock&Roll Ride c’è quella di offrire tramite il servizio da loro ideato, che si basa su una app che geolocalizza le vetture e che rende possibile il matching domanda/offerta, la possibilità ai proprietari di auto speciali di mettere a reddito il proprio bene, proprio come già succede nell’era della sharing economy con le imbarcazioni tramite Sailo o Boatbound o le abitazioni tramite Airbnb o Wimdu, e al contempo quello di permettere agli amatori delle auto speciali di levarsi lo sfizio di un giro su una Cadillac, una Ferrari o altre automobili ever green. I due statunitensi hanno anche pensato a una serie di accortezze quali un processo di registrazione che verifica solvibilità e patente del richiedente e l’assicurazione che copre danni al mezzo o procurati a terzi. Per quanto riguarda la città in cui lanciare il servizio sul sito della società è stato aperto un contest e quindi saranno gli utenti a deciderlo: al momento è in testa Hashburn seguita da Austin e Dallas.