Con Giovanni Rana e Banco Alimentare anche la pasta scopre l’economia della condivisione

FullSizeRenderrr 

Anche andando al supermercato di può condividere un pasto con i più poveri. Il Pastificio Rana, da sempre impegnato nel sociale, ha voluto dare il proprio contributo alla lotta alla povertà realizzando un progetto di solidarietà in collaborazione con il Banco Alimentare. Fino al 31 gennaio 2016 per ogni confezione acquisata di pasta della gamma Duetto, il pastificio fondato da Giovanni Rana donerà una confezione di pasta ripiena al Banco Alimentare che successivamente attraverso la propria rete la distribuirà ai più bisognosi. “Dalle stime che abbiamo fatto,crediamo di riuscire a donare oltre un milione di piatti di pasta fresca” ha dichiarato Gian Luca Rana, Amministratore Delegato del Pastificio Rana. A far percepire quanto il problema della povertà sia gravemente presente nel nostro Paese sono i dati del documento dell’Istat “La povertà in Italia” del luglio 2015: nella nostra nazione oltre 4 milioni sono le persone in stato di povertà assoluta, tra cui 1 milione 45 mila sono minori (1 bambino su 10) e 590 mila anziani.  A oggi le confezioni di pasta in sharing sono oltre 200 mila. Pastificio Rana e Banco Alimentare hanno anche realizzato uno spot visibile su YouTube.

#SaveRummo: l’azienda commossa per la solidarietà ricevuta

  
Il Pastificio Rummo, con un messaggio nella propria pagina Facebook ha ringraziato stasera tutti coloro che hanno manifestato la propria solidarietà all’azienda colpita gravemente dall’alluvione che si è abbattuto sul beneventano la notte tra il 14 e il 15 ottobre. Il ringraziamento va agli oltre 100 mila internauti che condividendo una propria foto con un pacco di pasta appena acquistato hanno fatto sentire il proprio sostegno al grido #saveRummo. “Siamo Onorati e Commossi da tanta solidarietà, stiamo lavorando alacremente per riportare la produzione alla normalità” ha dichiataro Cosimo Rummo, presidente e Amministratore Delegato dell’azienda. “Contiamo di comunicare presto – ha prseguito Rummo – i tempi di recupero a tutti quelli che ci stanno a cuore: dipendenti, clienti e le migliaia di sostenitori che negli ultimi giorni hanno espresso il proprio amore per la nostra pasta. Grazie!”. All’iniziativa di solidarieta partita dalla rete hanno partecipato anche alcuni personaggi celebri come Selvaggia Lucarelli, Fiorello e il Trio Medusa. Lo stesso Cosimo Rummo nella pagina dell’evento creato su Facebook ha tenuto ha mandare a un messaggio personalizzato per ringraziare ulteriormente coloro che si sono stretti vicino alla sociecità da lui presieduta: “Eccoci qui” ha scritto “per ringraziarvi di cuore,
per la grande solidarietà e le dimostrazioni di affetto ricevute,
e per questa meravigliosa campagna ‪#‎SaveRummo‬, nata spontaneamente e cresciuta grazie a voi. Il vostro sostegno e l’amore per il nostro prodotto sono un regalo inaspettato
Ora abbiamo ancora più forza per fare sempre meglio. GRAZIE!”.

L’iniziativa di solidarietà #SaveRummo verso quota 100 mila adesioni

img_2504-0

L’inziativa di solidarietà #saveRummo che SocialEconomy via ha raccontato il 18 ottobre continua a mietere successi. Le adesioni sul sito dell’”eventoFacebook hanno raggiunto quota 97 mila e si apprestano quindi a tagliare la linea delle 100 mila.  Tra i post pubblicati nella bacheca nata per manifestare solidarietà al Pastificio Rummo, messo in ginocchio dall’alluvione che ha colpito la zona di Benevento la notte tra il 14 e il 15 ottobre, alcuni provengono dai parenti dei dipendenti dell’azienda. In uno di questi si legge: “Sono la figlia di uno dei dipendenti della Rummo. Cosa dire? Ho visto per la prima volta la disperazione sulla faccia di mio padre, e credo non ci sia cosa peggiore, per una figlia, vedere in questo stato suo padre e non poter fare nulla di concreto per cambiare la situazione. Ma in lui come nei suoi colleghi ho visto tanta voglia di andare avanti, tanto fervore, e soprattutto tanto attaccamento al proprio lavoro e alla propria azienda, tanta determinazione nel volersi rialzare per essere persino più forti di prima. Ci sarebbero tante altre cose da dire, ma la più importante credo sia ‪#‎SaveRummo‬“. L’iniziativa di solidarietà consiste nel comprare un pacco di pasta Rummo e successivamente condividere su Facebbok o Twitter una foto del pacco di pasta inserendo l’hashtag #saveRummo. Tra coloro che hanno aderito all’appello lanciato in rete anche alcuni personaggi famosi tra cui Fiorello, Selvaggia Lucarelli e il Trio Medusa.

IMG_2505 FullSizeRenderdfgsf FullSizeRendereqweqwe

#SaveRummo: condividere una foto per manifestare solidarietà al pastificio Rummo

  

Questa volta la sharing economy non c’entra nulla. Si parla di solidarietà al tempo dei social network. Su Facebook, Twitter e altri celebri piattaforme social nelle ultime ore è scattata una gara per manifestare solidarietà al pastificio Rummo e ai suoi 150 dipendenti gravemente colpito dall’alluvione che si è abbattuto sulla zona di Benevento la notte tra il 14 e il 15 novembre. L’iniziativa di solidarietà è partita da un “evento” promosso su Facebook in cui si invitano gli internauti a supportare la storica azienda di Benevento. Le mosse per sostenere una delle principali aziende del sud Italia sono poche e semplici: basta comprare un pacco di pasta, fotografarlo e poi condividere lo scatto sui social con l’hastag #saveRummo. All’appello al momento hanno aderito 41 Mila persone. L’azienda da parte sua ha diffuso uno statement in cui dichiara: “Basta guardare i volti degli operai per capire quanto sia grave quello che è successo”. A manifestare il loro sostegno anche alcuni personaggi noti come Selvaggia Lucarelli e Fiorello.