Kickstarter compie 7 anni. Ecco tutti i numeri del suo successo

Oggi Kickstarter, una delle più celebri piattaforme di crowdfunding compie 7 anni. In occasione di questo compleanno SocialEconomy vi racconta qualche curiosità su questo strumento di finanziamento collettivo dell’era della sharing economy.

Fondi raccolti: 2,3 miliardi di Dollari USA

Progetti finanziati: 104.481 mila

Progetti che hanno raccolto meno di 1.000 Dollari USA: 12,520

Progetti che hanno raccolto tra 1.000 e 9.999 Dollari USA: 60.684

Progetti che hanno raccolto tra 10.000 e 19.999 Dollari USA: 14.729

Progetti che hanno raccolto tra 20.000 e 99.999 Dollari USA: 13.594

Progetti che hanno raccolto tra 100.000 e 999.999 Dollari USA: 2.783

Progetti che hanno raccolto oltre 1 milione Dollari USA: 166

Le prime 5 categorie con il più alto numero di progetti portati a termine sono:  Musica, Film&Video, Editoria, Arte e Giochi.

Tra i 166 progetti che hanno raccolto più di 1 milione di Dollari USA 63 appartengono alla categoria Giochi; 54 Tecnologia; 31 Design; 6 Film&Video; 6 Food; 2 Arte; 2 Fashion; 1 Musica; 1 Fumetti.

 Progetti non andati a buon fine: 185.769

Progetti che hanno raccolto zero: 40.172

 

La sharing economy favorisce lo sviluppo del turismo

  
Che la sharing economy sia una settore dell’economia in forte sviluppo sono oramai pochi a dubitarne. Tra tutte le industry quella in cui sta avendo più successo c’è senza dubbio quella del turismo dove l’home sharing ha preso talmente tanto campo che alcuni grandi operatori, come per esempio Expedia con l’operazione HomeAway, sono corsi ai ripari investendo in società che affittano appartamenti tra privati. 

Un esempio ulteriore e concreto del successo nel settore del travel arriva dai dati di Airbnb, uno dei big player della sharing economy, relativi al weekend del Thanksgiving. Secondo i dati diffusi dalla società californiana sono state oltre 250 mila le persone che hanno scelto un alloggio Airbnb durante il fine settimana del giorno del ringraziamento, mentre gli host che hanno aperto le proprie abitazioni sono stati 50 mila. Per capire i numeri del successo basta fare un raffronto: nel 2010 i guest Airbnb erano stati 2.500, una crescita, quindi, di oltre 100 volte in soli cinque anni. In media gli host durante il week end hanno guadagnato US$ 440 dall’affitto di un proprio spazio.