Francia, lo sciopero dei tassisti contro Uber degenera in guerriglia urbana

IMG_0449

Oltre duemila tassisti stanno manifestando a Parigi e in altre città francesi tra cui Tolosa, Marsiglia e Lille contro i servizi di trasporto con conducente. Tra gli “avversari” dei tassisti c’è – come visibile in alcune foto presenti sui media francesi e su Twitter –  Uber, il colosso della sharing economy con sede a San Francisco.  A Parigi, secondo quanto riportato dai principali media d’oltralpe tra cui Le Figarò, i manifestatnti sarebbero oltre 1.200. Secondo quanto si apprende la manifestazione è degenerata in parecchi scontri, in partcioalre, a sud di Parigi, uno dei manifestanti è stato ferito, mentre a Porte Maillot, versante nord della capitale francese, i tassisti hanno incendiato per strada alcuni peumatici e hanno bloccato la tangenziale. Al fianco dei taxi francesi, secondo quanto riportato da La Stampa, ci sarebbero alcuni tassisti provenienti da Spagna, Belgio e Italia.  Il segretario di Stato francese ai Trasporti Alain Vidal ha dichiarato che gli atti di violenza sono inaccettabili.